Home Destinazioni Singapore e Malesia, cosa vedere in 2 settimane

Singapore e Malesia, cosa vedere in 2 settimane

by Chiara Stinson

Da Singapore alla Malesia, dai grattacieli di Kuala Lumpur alla fitta foresta, al mare in Malesia. Cosa vedere in Malesia e quando andare: itinerario giorno per giorno e tutto quello che devi sapere per organizzare il tuo viaggio.

 

Singapore e Malesia, un viaggio ricco di esperienze e scenari diversi tra loro. Si passa da una città scintillante terra di genti provenienti da ogni dove come Singapore, alle cittadine coloniali della Malesia; dalle Petronas Tower alla cultura millenaria dei templi, attraverso la rigogliosa natura e, infine, il mare paradisiaco e ancora poco contaminato delle Perhentian Island.

La Malesia è spesso sottovalutata rispetto ad altre mete del sud est asiatico. Questo Paese semplice da girare e estremamente economico per chi cerca un viaggio low cost, offre invece interessanti itinerari tutti da scoprire. Resterai affascinato dalla varietà delle sue attrattive e dalla convivenza di culture e religioni così diverse.

In questo articolo si parla di Malesia peninsulare. Questo viaggio parte da Singapore e attraversa una parte della Malesia con un itinerario on the road non troppo incalzante: in città avrai tutto il tempo per passeggiare nei parchi, fare shopping nei mercatini e vedere tutte le principali attrazioni dando ad ognuna il giusto tempo; al mare potrai concederti momenti di relax a contatto con la natura.

 

Singapore e Malesia, quando andare

Singapore si trova ad appena 152 km a nord dell’equatore e gode di un clima equatoriale, cioè caldo e umido tutto l’anno senza grandi variazioni. Per saperne di più, leggi la mia guida pratica su Singapore.

Anche la Malesia ha un clima equatoriale con temperature massime sempre intorno ai 30 – 35 gradi. Diversamente da altri Paesi del sud-est asiatico come la Thailandia, non esiste quindi una vera e propria stagione secca. Parlando di Malesia peninsulare, essendo lunga e stretta, esistono però alcuni periodi in cui le piogge sono minori e che è bene conoscere. Ad esempio alle Perhentian Islands il periodo migliore va da Marzo a Novembre, nei mesi restanti tutta la costa orientale della Malesia è interessata dai monsoni.

Io sono andata in Malesia tra Marzo e Aprile ed ho incontrato giornate soleggiate, umide e di tanto in tanto improvvisi acquazzoni che si sono risolti abbastanza velocemente senza pregiudicare la riuscita del viaggio.

 

Singapore e Malesia, cosa vedere

Una volta deciso quando andare in Malesia non ti resta che organizzare l’itinerario. Per ottimizzare i tempi sono atterrata a Singapore e sono ripartita da Kuala Lumpur. Cosa vedere in Malesia e Singapore? Di seguito trovi il mio itinerario giorno per giorno:

Giorno 1, 2, 3: Singapore

Giorno 4: Malacca – Melaka in inglese

Giorno 5, 6, 7: Kuala Lumpur

Giorno 8, 9, 10: Taman Negara

Giorno 11, 12, 13, 14, 15: Perhentian Island

 

 

Dove dormire

 

Come spostarsi

  • A Singapore ci siamo mossi a piedi, in metropolitana e in taxi
  • Da Singapore a Malacca in bus, prenota qui. Per il passaggio della frontiera è necessario scendere per il controllo dei documenti
  • Da Malacca a Kuala Lumpur in bus, prenota qui
  • A Kuala Lumpur ci siamo mossi a piedi, in taxi e con la sopraelevata
  • Da Kuala Lumpur alla foresta del Taman Negara abbiamo preso un pacchetto di un’agenzia comprensivo di bus e navigazione. Leggi qui come raggiungere il Taman Negara
  • Da Taman Negara alle Perhentian Island si prende un transfer con agenzia NKS fino a Kuala Besut e da qui trasporto via mare
  • Dalle Perhentian a Kuala Lumpur trasporto via mare a Kuala Besut, taxi fino a Kota Bahru e aereo a Kuala Lumpur

 

Giorno 1, 2, 3: Singapore

Miscuglio di culture, Singapore è una città stato dove si mescolano modernità e tradizione. La modernità della pulizia e della precisione e la tradizione di culture diverse che convivono in pace. Difficile da dire se Singapore è più occidentale o più orientale, le troverai entrambe. In questo articolo ho raccontato in dettaglio cosa vedere a Singapore in 3 giorni, dalla coloratissima Little India, al fascino dei templi, alla piscina a sfioro del Marina Bay Sands e uno degli skyline più famosi del mondo.

Cosa vedere e cosa fare a Singapore

  • Singapore Botanical Gardens, i giardini botanici Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco
  • Gardens by the Bay
  • Marina Bay Sands – sai come accedere all’Infinity Pool?
  • Universal Studios
  • I quartieri etnici Little India e Chinatown
  • Clarke Quay, il quartiere sul fiume ricco di ristorantini
  • Shopping a Orchard Road

Singapore è davvero così cara? Prima di prenotare dai un occhio alla mia guida pratica, con i consigli per risparmiare.

 

Vista dalla mia camera del Marina Bay Sands

 

Giorno 4: Malacca

Malesia, cosa vedere? Iniziamo da Malacca! Con il bus in 4 ore arriviamo in questa cittadina coloniale dal fascino particolare a metà strada tra Singapore e Kuala Lumpur. Dalla stazione dei bus si prende un bus urbano oppure per pochi spiccioli un taxi.

Dichiarata Patrimonio dell’Unesco, quello che colpisce a primo impatto sono gli edifici che fanno subito intendere di essere in un luogo curioso. Ve ne accorgerete non appena arriverete nella Dutch Square, la piazza principale, dove si trova la Christ Church. Malacca è perfetta per una giornata e si gira facilmente a piedi o in tuk tuk. Proprio dalla piazza partono i tuk tuk con a bordo i turisti: i malesi si sono sbizzarriti con la fantasia dando vita a mezzi colorati, con i cuori, pupazzi e altro. Naturalmente si tratta di un giro turistico, però noi lo abbiamo fatto, abbiamo parlato e riso un po’ con uno di loro, fatto delle foto e ci siamo divertiti. E’ stata la parte più simpatica della giornata.

 

Tuk tuk a Malacca

 

Dopo aver visto il centro ci addentriamo a Chinatown, diamo un occhio ai mercatini e al tempio buddista Cheng Hoon Teng. Infine facciamo un giro sul lungofiume fino a Villa Sentosa, una casa museo dell’epoca coloniale. Volendo è possibile visitare la Malacca Straits Mosque, una moschea costruita su di una piattaforma sull’acqua: si tratta dell’unica attrazione fuori città, per raggiungerla puoi prendere un taxi.

Malacca non è di certo un must see della Malesia, ma tutto sommato è piacevole e la consiglio tra le cose da vedere in Malesia.

 

Lungo il fiume
Tempio Cheng Hoom Teng
Tempio Cheng Hoom Teng

 

Giorno 5, 6, 7: Kuala Lumpur

In bus da Malacca raggiungiamo Kuala Lumpur, la capitale della Malesia. Lo spettacolo che ci attende è quello delle Petronas, le due torri alte 452 m e simbolo della città, che di notte regalano la versione più bella della capitale malese. Puoi anche salirci oppure sfuggire al caldo rilassandoti nel parco che vi è accanto.

Kuala Lumpur è una vera e propria metropoli asiatica, con i grattacieli ed un efficiente sistema di trasporto che ti permette di raggiungere ogni angolo. Il luogo che più ho amato in questa città è stato Merdeka Square, un bellissimo angolo verde in mezzo a Kuala Lumpur, con lo sfondo di edifici lussosi, di cattedrali e del Palazzo del Sultano Abdul Samad. Noi l’abbiamo trovata quasi per caso e ci siamo rilassati qui dopo un’estenuante visita a Central Market e Chinatown.

 

 Merdeka Square
Merdeka Square
Mercatini

 

Tra le cose da vedere in Malesia non puoi assolutamente perderti le Batu Caves, situate poco al di fuori di Kuala Lumpur. Per arrivarci puoi fermare un taxi e contrattare la cifra. Al ritorno fai lo stesso, ma chiamalo direttamente dalla strada e risparmierai sicuramente. Il sito delle Batu Caves è uno dei più importanti santuari indù in Asia e ti lascerà senza parole! Ma attenzione a non distrarti troppo: le scimmiette dentro alle Batu Caves sono pronte a impossessarsi di qualsiasi cosa, specialmente se si tratta di cibo.

Infine concedeti qui un hotel 5 stelle: costano veramente poco! Per 150 euro a testa abbiamo dormito tre notti allo Shangri LA, con la miglior colazione che un essere umano possa immaginare e una bellissima vista sulla città.

Cosa vedere e cosa fare a Kuala Lumpur

  • Sali sulle Petronas Tower per goderti la meravigliosa vista della città dall’alto. Puoi recarti a prenotare i biglietti in loco rigorosamente al mattino, in quanto esauriscono in fretta, oppure clicca qui per acquistarli online scegliendo l’ora e il giorno.
  • Rilassati a Merdeka Square, il mio luogo preferito e di cui ti ho parlato poco più sopra.
  • Se sei in cerca di affari, chincaglierie e ti piace contrattare non puoi mancare di visitare Chinatown intorno a Petaling Street con le sue molteplici bancarelle e gli odori dello street food. Uno di questi mercati è Central Market.
  • Un’altro luogo dove ammirare la città dall’alto è la Menara KL Tower, la torre più alta dopo le Petronas. Secondo alcuni, è questo il miglio belvedere su Kuala Lumpur. Offre due possibilità con biglietto separato: la terrazza esterna – Sky Deck – a 300 m di altezza oppure la vista dall’Observation Deck con la vetrata a 360 gradi. Anche questo biglietto esaurisce in fretta, prenotalo qui.
  • Bukit Bintang è l’anima commerciale di Kuala Lumpur. Qui ci sono gli immensi centri commerciali, tra cui il Pavillon KL con tutte le firme. Questa zona, che si anima anche la sera, è ricca di ristoranti ed eleganti locali.
  • Jalan Alor è la tua destinazione per lo street food più autentico di tutta Kuala Lumpur.
  • Le Batu Caves, di cui ti ho parlato sopra, sono assolutamente tra le più belle cose da vedere in Malesia. Se vuoi esser comodo, ti consiglio questo tour di mezza giornata.

 

Batu Caves
Batu Caves

 

Giorno 8, 9, 10: Taman Negara

Il Taman Negara è il Parco Nazionale più grande della Malesia, nonché una delle foreste pluviali più antiche al mondo. L’attività principale da fare è l’esplorazione della giungla ed entrare in contatto con la natura e con gli animali: hai mai visto dal vivo un tapiro? Te lo immagini piccolo, vero? E invece è più grande di una mucca!

Il punto di partenza per il Taman Negara è Kuala Tahan. Qui c’è un solo resort, il Mutiara Taman Negara dove abbiamo alloggiato e dall’altro lato del fiume alcune guesthouse e ristorantini, per così dire, semplici e alla buona. In realtà, contando gli spostamenti e tutto, al Taman Negara siamo arrivati la sera dell’ottavo giorno e quindi abbiamo trascorso 2 giorni interi, che sono intensi e sufficienti.

Per sapere come arrivare, dove alloggiare e cosa fare leggi la mia guida pratica al Taman Negara.

 

Mutiara Taman Negara
Villaggio Orang Asli
Vista dal fiume
Serpente al Night Safari

 

Giorno 11, 12, 13, 14, 15: Perhentian Island

Nel vostro viaggio in Malesia non può di certo mancare il mare. E infatti eccoci qui: al mare in Malesia alle isole Perhentian. Non vi nego che le foto paradisiache di queste spiagge hanno creato in me un’aspettativa davvero alta e, sorpresa, dal vivo è proprio così: il mare più bello che abbia mai visto!

Le Perhentian sono un gruppo di isole, le cui 2 principali sono Perhentian Besar e Perhentian Kecil, rispettivamente la Grande e la Piccola. A Besar si trovano la maggior parte delle sistemazioni, mentre Kecil è l’isola prediletta dei backpackers ed ha quel pizzico di movida in più. Noi abbiamo alloggiato a Besar, ma di fatto le due isole sono molto piccole e vicine, tant’è che passare da un’isola all’altra è semplicissimo con i taxi boat.

Non esistono resort di lusso, solo sistemazioni e casette di standard medio basso. E proprio il fatto di aver lasciato questi posti allo stato selvaggio garantisce la preservazione di scenari da favola. Una fuga dalla realtà: immaginatevi di stare sdraiati su spiagge bianchissime e deserte, di nuotare con le tartarughe o con gli squaletti, niente strade, niente auto, di fronte a voi solo il mare azzurrissimo e la natura. Queste isole sono quanto di più si avvicina al paradiso tropicale.

 

Perhentian Island Resort
Perhentian Island

 

Cosa fare alle Perhentian Islands

  • Prendere il sole e godersi la spiaggia
  • Fare snorkeling accompagnati dai taxi boat, contrattate con loro il prezzo e… via! Coralli, pesci coloratissimi: i fondali delle Perhentian sono un tesoro da scoprire
  • Avvistare le tartarughe nel tratto di mare di fronte al Perhentian Island Resort
  • Scoprire le spiagge raggiungibili solo con la barca
  • Farsi fare un massaggio

 

Perhentian Besar

Ti potrebbe interessare

Leave a Comment