Home Italia Cosa vedere a Padova in un giorno a spasso per il centro

Cosa vedere a Padova in un giorno a spasso per il centro

by Chiara Stinson

Hai voglia di staccare la spina, ma hai solo pochi giorni a disposizione? Padova è perfetta per esplorare una città d’arte a poche ore da Milano. Cosa vedere a Padova in un giorno? Ecco i miei consigli!

Si trova a sole due ore e mezza da Milano, Padova è una una di quelle città di medie dimensioni ideali per trascorrere un weekend all’insegna dell’arte, del buon cibo e di un po’ di sano divertimento. Sono tantissime le cose da vedere a Padova in un giorno, io ci sono stata diverse volte e non mi sono mai annoiata. Padova è la città di Sant’Antonio e meta che sin dal Medioevo ha ospitato letterati, nobili signori e artisti del calibro di Giotto. E’ nel Trecento che Padova conosce il suo massimo splendore: un’epoca fortunata per la città veneta la cui ricchezza arrivò a minacciare persino la vicina Venezia.

Capoluogo di provincia in Veneto, Padova è una città da girare a piedi tra le sue tantissime piazze una vicina all’altra. Il centro di Padova e le attrazioni principali si vedono in un giorno pieno, che puoi anche dividere in due se vuoi prendertela con calma.

 

Arrivare in centro a Padova e muoversi

  • In treno. Padova è ben collegata con le principali città del nord Italia. Il treno Milano Padova con Italo Treno o Frecciarossa è diretto e impiega due ore. La stazione si trova a pochi passi a piedi dal centro: più comodo di così!
  • In auto. Dove parcheggiare a Padova? Il centro storico è pedonale. Se hai la macchina ti consiglio di parcheggiare appena fuori le mura: io ho parcheggiato nei pressi di via Niccolò Tommaseo dove ci sono diversi autosilo a pagamento, tra cui Interparking. E’ comodissimo e da lì in pochi minuti a piedi sei nel cuore di Padova.

 

Cosa vedere a Padova in un giorno

  • Basilica di Sant’Antonio
  • Cappella degli Scrovegni
  • Palazzo della Ragione
  • Le piazze: Piazza delle Erbe, Piazza della Frutta, Piazza dei Signori, Prato della Valle
  • Duomo di Padova
  • Ghetto Ebraico
  • Orto Botanico

 

Basilica di Sant’Antonio

La Basilica di Sant’Antonio è il principale monumento di Padova, nonché una delle architetture cristiane più importanti d’Italia. Sconosciuto è l’architetto che la creò mescolando lo stile romanico a quello gotico. Quel che è certo è che fin dalla facciata si respira arte ad ogni angolo di questa splendida chiesa. Siamo arrivati senza aspettative e siamo rimasti letteralmente a bocca aperta. Gli interni sono maestosamente ampi e meravigliosamente decorati nei soffitti e nelle diverse cappelle.

padova cosa vedere
padova cosa vedere

La Basilica fu costruita in seguito alla santificazione di Antonio inglobando una piccola chiesa medievale già esistente – oggi è la Cappella della Madonna Mora – accanto al convento dove Antonio aveva soggiornato. Nella Basilica sono custoditi anche i resti del Santo – così è semplicemente chiamato Sant’Antonio.

Una cosa che forse non sai è che Antonio in realtà è portoghese. Il suo vero nome è Fernando Martins de Bulhões e in Portogallo è conosciuto come Antonio da Lisbona. Nella sua vita viaggiò molto, arrivando in Italia dove entrò in contatto con San Francesco d’Assisi.

padova
padova

 

Cappella degli Scrovegni

Tra le cose da vedere a Padova in un giorno segnati la Cappella degli Scrovegni. Se hai studiato storia dell’arte non può non esserti rimasta impressa questa cappella splendidamente decorata da un ciclo di affreschi di Giotto. Ed è proprio così: dal vivo rimarrai incantato a guardarla!

La Cappella degli Scrovegni fu eretta nel 1300, quando il ricco banchiere Enrico Scrovegni acquistò l’intera area circostante per costruire il suo palazzo e, appunto, una piccola cappella dedicata alla Beata Vergine nel tentativo di espiare i propri peccati e quelli del padre, entrambi usurai. A decorarla chiamò Giotto, che all’epoca era già celebre per aver lavorato alla Basilica di San Francesco ad Assisi, a Roma e alla Basilica di Sant’Antonio a Padova. Giotto in 588 giorni realizzò uno dei massimi capolavori d’arte italiani.

ATTENZIONE: E’ importante prenotare con anticipo soprattutto nel weekend o se hai un solo giorno a disposizione. Sono stata a Padova 2 volte e ho visto la Cappella degli Scrovegni solo la seconda volta proprio perché non avevo prenotato. L’accesso avviene in piccoli gruppi ogni 20 minuti. In alcuni periodi la Cappella è visitabile anche la sera fino alle 22.00, questo biglietto è chiamato Giotto Sotto le Stelle.

CAPPELLA DEGLI SCROVEGNI

Orari: 9.00 – 19.00. In alcuni periodi anche 19.00 – 22.00

Costo: mar – dom: intero € 13,00; ridotto € 8,00; questo biglietto comprende anche i Musei Civici Eremitani. Lun e Giotto sotto le stelle: intero € 8,00; ridotto € 6,00

Biglietto: prenotalo qui

padova cappella degli scrovegni
padova cappella degli scrovegni

 

Palazzo della Ragione

Tra Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta, il Palazzo della Ragione era l’antica sede dei tribunali cittadini di Padova. Il Salone, così è chiamata la sala al piano superiore, è tra le più grandi sale pensili al mondo ed è decorata con bellissimi affreschi. Si racconta inoltre che anche Giotto ne realizzò una parte, oggi andata distrutta. Anche se resti a Padova un solo gTi consiglio di no questo bellissimo palazzo a Padova.

PALAZZO DELLA RAGIONE

Orari: 9.00 – 18.00

Costo: intero € 6,00; ridotto € 4,00;

padova cosa vedere
padova cosa vedere

 

Le piazze

Camminando per il centro ti renderai conto che Padova è caratterizzata da moltissime piazze. Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta furono per anni il fulcro commerciale della città. Divise dal Palazzo della Ragione e circondate da eleganti edifici storici, ospitano ancor’oggi i tradizionali mercati di frutta e verdura: se vuoi respirare la vera aria padovana vieni qui il sabato mattina. In queste due piazze è molto piacevole fermarsi in uno dei tanti bar e prendere uno Spritz sotto i porticati o i tavolini all’aperto.

padova in un giorno
padova in un giorno

In Piazza dei Signori puoi ammirare Palazzo Capitanio con la sua Torre dell’Orologio, il più antico orologio astronomico al mondo.

padova in un giorno
padova in un giorno

Infine, diversa dalle altre piazze del centro cittadino è Prato della Valle, che peraltro è tra le piazze più grandi d’Europa. Questa piazza dal verde molto curato è composta da un canale ellittico circondato da statue e al cui centro vi è un’isoletta.

 

Duomo di Padova

Il principale luogo di culto di Padova è il Duomo, conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria Assunta. Si trova nel cuore della città ed ha una storia piuttosto travagliata fatta di distruzioni, ricostruzioni e restauri. Al disegno dell’edificio attuale partecipò anche Michelangelo Buonarroti. La facciata, rimasta incompleta, fu danneggiata dai bombardamenti della Prima Guerra Mondiale. Gli interni bianchi ospitano alcune cappelle e diverse opere d’arte e statue; tuttavia è meno d’impatto rispetto allo splendore della Basilica di Sant’Antonio. Accanto al Duomo puoi visitare il Battistero.

duomo di padova
duomo di padova

 

Ghetto Ebraico

A sud di Piazza delle Erbe inizia un labirinto di viette strette fatte di ciottoli: è il cosiddetto Ghetto, assolutamente da segnarsi tra le cose da vedere a Padova.

Un pochino di storia. A Padova la comunità ebraica è sempre stata numerosa, poiché l’Università di Padova accettava studenti di ogni etnia inclusa quella ebrea, a cui non era invece consentito accedere alle altre università europee. Dal 1600 quasi tutti gli ebrei furono rinchiusi in ghetti e questo fu il luogo a loro riservato a Padova. Nel 1797 il Ghetto fu di fatto abolito, quando Napoleone dichiarò gli ebrei cittadini uguali e liberi. Questo quartiere conserva ancor oggi il nome di Ghetto Ebraico ed ospita 3 sinagoghe e il Museo Ebraico, che personalmente non ho avuto il tempo di visitare.

Oggi il Ghetto è un suggestivo quartiere di Padova, dove tra l’altro ci sono graziosi ristorantini e negozi all’avanguardia. Dall’aperitivo si riempie di giovani: tra i locali che ti consiglio di provare c’è sicuramente la Gineria.

padova ghetto ebraico
padova ghetto ebraico

 

Orto Botanico

L’Orto Botanico di Padova è il più antico orto botanico universitario al mondo, divenuto Patrimonio dell’Unesco. Si tratta di un bellissimo giardino che ha lo scopo conservare la biodiversità e le specie in estinzione: qui troverai varietà di piante e fiori interessanti e rare, provenienti da tutto il mondo.

ORTO BOTANICO

Orari: da Novembre a Marzo 9.00 – 17.00; da Aprile a Ottobre 9.00 – 19.00; chiuso il lunedì.

Costo: intero € 10,00; ridotto € 8,00 o € 5,00.

Visite guidate: è necessario prenotare qui

 

Cosa vedere a Padova e dintorni

Cosa vedere il giorno dopo, nei dintorni di Padova? I colli Euganei nascondono itinerari naturalistici ed enogastronomici tutti da esplorare. Arquà Petrarca sorge nel cuore dei colli Euganei ed è il secondo borgo più bello d’Italia, dove il tempo sembra essersi fermato: lo puoi raggiungere a circa mezz’ora d’auto da Padova.

Ti potrebbe interessare

Leave a Comment