Home Italia Tour in Sicilia Orientale: 12 tappe da non perdere

Tour in Sicilia Orientale: 12 tappe da non perdere

by Chiara Stinson

Le vacanze in Sicilia sono di quelle che non si dimenticano. Un tour in Sicilia Orientale, da fare in auto in 2 settimane, raccontato tappa per tappa da Catania alla Valle dei Templi. Scopri cosa vedere e i migliori consigli.

 

Vacanze in Italia? La Sicilia è la mia regione preferita, in cui ritornerei ogni anno. In questo articolo ti propongo un tour in Sicilia Orientale di 2 settimane da fare in auto per scoprire la parte più magica dell’isola da Catania, passando per Taormina, Siracusa, Noto e la culla del Barocco fino ad Agrigento.

Questo itinerario è studiato per 2 settimane in estate, dedicando parte delle giornate alla vita da mare e parte all’esplorazione delle città. Tuttavia la Sicilia si può vedere anche in altre stagioni, quando dedicare meno tempo alle spiagge. Se invece hai meno giorni, ad esempio una sola settimana, ti consiglio di considerare solo la prima parte dell’itinerario, quello della Sicilia barocca.

 

Noleggiare l’auto

Per muoversi in flessibilità è imprescindibile noleggiare l’auto. I mezzi sono lenti e poco affidabili e non arrivano dappertutto. Noi l’abbiamo prenotata in anticipo per spuntare un prezzo migliore, e l’abbiamo ritirata e riconsegnata all’aeroporto di Catania.

 

Tour in Sicilia Orientale, cosa vedere

Tappa 1: Catania e dintorni, 2 notti

  • Catania

  • Aci Trezza

  • Taormina

Tappa 2: Val di Noto, 5 notti

  • Siracusa

  • Noto

  • Riserva di Vendicari

  • Marzamemi

Tappa 3: Il Ragusano

  • Scicli

  • Modica

  • Ragusa

Tappa 4: Caltagirone, 1 notte

  • Caltagirone

  • Villa del Casale

Tappa 5: Agrigento, 2 notti

  • Valle dei Templi

  • Scala dei Turchi

  • Riserva Naturale di Torre Salsa

 

Tappa 1: Catania e dintorni, 2 notti

CATANIA

Le tanto attese vacanze in Sicilia iniziano da Catania, alla quale dedichiamo un giorno. Questa tappa cittadina perderà poi il confronto con quelle seguenti, ma comunque è un inizio con i fiocchi. Addentrati fin da subito nella parte più autentica di Catania e visita il Mercato del pesce. Poi parti con l’esplorazione a piedi della città da piazza del Duomo. Luoghi imperdibili di Catania sono il Palazzo Biscari e il Monastero dei Benedettini. Leggi il mio articolo su cosa vedere a Catania in centro in un giorno.

 

tour sicilia orientale

 

ACI TREZZA

Sei a Catania e hai voglia di mare? Puoi visitare Aci Trezza! Questo paesino deve la sua notorietà alla presenza di alcuni faraglioni che hanno ispirato uno dei passi più famosi dell’Odissea. Si narra infatti che, con la sua fuga, Ulisse scatena l’ira del Ciclope e quest’ultimo nel tentativo di affondare la nave di Ulisse, scaglia al largo le enormi rocce. Ma le suggestioni letterarie di Aci Trezza non finiscono qui: è anche il paese dove Verga ambienta I Malavoglia.

Dopo questo excurcus letterario, oggi Aci Trezza è un tranquillo borgo della Sicilia. Cosa fare ad Aci Trezza? Vai al porticciolo e chiedi ad uno dei barcaioli di accompagnarti fino all’Isola Lachea, ti costerà solo € 3,00. Questa piccola isola rocciosa fuori dagli itinerari turistici accoglie un mare da favola.

 

TAORMINA

Vacanze in Sicilia? Taormina! Si, ma ad Agosto solo per una mezza giornata! Taormina, perla dai mille panorami, è il comune più visitato della Sicilia e per questo decisamente affollato. Raggiungi Taormina in macchina dal tardo pomeriggio, per assicurarti un parcheggio; da qui utilizza la navetta per recarti in centro nella parte alta della cittadina.

Nonostante l’affollamento è subito chiaro che Taormina è splendida. I vicoletti di c.so Umberto I con le sue boutique e i negozietti di ceramiche sono gremiti di gente. Assistere al calar del sole da una delle sue piazze è pur sempre uno spettacolo. L’esperienza da non perdere è visitare il teatro greco romano al tramonto, giusto poco prima della chiusura delle 19.30, quando questo luogo svela scorci dai colori magici. Da vedere a Taormina anche l’Isola Bella, Palazzo Corvaja, la Villa Comunale e i Giardini Naxos.

DOVE MANGIARE A TAORMINA

  • Trattoria Da Nino. Una vera eccellenza in città se ami il pesce in tutte le sue versioni, la tartare di tonno e il buon vino. Nino ti coccolerà con il suo calore e la sua simpatia.

 

tour sicilia orientale
tour sicilia orientale
sicilia orientale consigli
sicilia orientale consigli

 

Tappa 2: Siracusa, Noto e la Val di Noto, 5 notti

SIRACUSA

In questa vacanza in Sicilia abbiamo avuto modo di visitare solo l’isola di Ortigia, cioè il centro storico di Siracusa situato su di un’isola e collegato alla terraferma con il ponte Umbertino. Ortigia è un viaggio nella storia. A ridosso dell’ingresso l’antico tempio di Apollo ti da il benvenuto e in un breve percorso tra palazzi storici e negozietti tipici si giunge alla piazza con lo splendido Duomo. In molti dicono che il fascino di Ortigia sbocci al tramonto, quando la sua piazza si illumina d’oro con gli edifici d’arte barocca e si fa ancor più vivo il richiamo della Magna Grecia.

 

NOTO

Quanto ho sognato di scendere la scalinata della splendida Cattedrale di Noto! E Noto non disattende neppure le più alte aspettative. Mi permetto di inserirla tra le mete più belle non solo della nostra vacanza, ma di tutta la Sicilia. Un pizzico di storia: Noto fu distrutta da un terribile terremoto e ricostruita nel 1693 con la pietra calcarea, che le conferisce quel bellissimo colore dorato. Dal 2012 il centro storico di Noto è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, insieme ad altre città della Val di Noto.

Percorri il centro storico che si sviluppa intorno a c.so Vittorio Emanuele per arrivare alla cattedrale e a Palazzo Ducezio. Alza gli occhi e ammira gli splendidi palazzi d’arte che ospitano le boutique e i bar. Non dimenticare di mangiare il cannolo siciliano. Tra gli edifici, Palazzo Nicolaci è aperto al pubblico e merita una visita.

 

esplorare la sicilia

 

DOVE MANGIARE A NOTO

  • Anche Gli Angeli. Come tutti i luoghi gay friendly, ha un’estetica ricercata. Anche gli Angeli è ristorante, cocktail bar e concept store di ultima generazione. Il soffitto con le volte e i muri con i mattoncini gli danno un’atmosfera calda. E’ l’indirizzo più cool di Noto.

 

cosa vedere in sicilia in 10 giorni
cosa vedere in sicilia in 10 giorni

 

RISERVA DI VENDICARI

La Riserva di Vendicari è dove puoi andare al mare. Si estende per diversi chilometri e ha molte spiagge bianche di sabbia fine, nonché mare cristallino e calmo. Calamosche, la Tonnara di Vendicari, Eloro: alcune di queste spiagge ad Agosto sono affollate proprio perché molto belle.

 

sicilia orientale spiagge
sicilia orientale spiagge

 

MARZAMEMI

Marzamemi è un grazioso borgo marinaro, celebre per la sua piazza con i tavolini bianchi e azzurri all’aperto. Ed è proprio così, magica e suggestiva, da lasciare un ricordo indelebile nelle menti di chi ha la fortuna di vederla. La vita a Marzamemi s’intreccia da sempre con il mare: sono la pesca e la lavorazione del tonno ad aver fatto la fortuna di questo borgo di pescatori dove vi era una delle tonnare storiche della Sicilia.

Il momento migliore per visitarla è al tramonto, magari dopo una giornata trascorsa nella vicina spiaggia di San Lorenzo, dove il mare è cristallino. A Marzamemi puoi percorrere il lungo viale pedonale costellato di deliziosi ristorantini di pesce fino alla piazza Regina Margherita. Siediti in un locale all’aperto per fare l’aperitivo mentre cala il sole, ammira le lucine, entra nei negozietti e assapora l’aria delle sere d’estate.

 

cosa vedere in sicilia in 10 giorni

 

DOVE MANGIARE A MARZAMEMI

  • Taverna La Cialoma. Si trova nella piazza principale ed è il celebre ristorante con le sedie azzurre, i tavoli bianchi e le otri ricolme di fiori che si vede in tutte le foto. Serve cucina di pesce, pochi piatti che variano a seconda di quanto disponibile. I prezzi sono medio alti.
  • Cortile Arabo. Per me questo ristorante con le sue lucine ha l’atmosfera più magica di tutta Marzamemi.

 

 

Tappa 3: Scicli e il Ragusano, 4 notti

SCICLI

A Scicli il tempo sembra essersi fermato. L’atmosfera da film – e non a caso, Scicli è stata scelta per le riprese della serie Il Commissario Montalbano -, l’intreccio delle strette viette, i colori caldi degli eleganti edifici in stile barocco fanno di Scicli una meta da non perdere. Il cuore del centro storico è via Francesco Mormino Penna, percorribile a piedi: lungo la via si trovano affascinanti palazzi del tardo 800 e chiese dall’inestimabile bellezza. Addentrati nella Cava di San Bartolomeo e sali il colle di San Matteo per una splendida vista dall’alto.

 

MODICA

Modica è stata una bellissima sorpresa. Questa cittadina è meno decantata di Noto, ma racchiude tutto il fascino del barocco siciliano. Il Duomo di San Giorno è la sua chiesa dall’inestimabile bellezza, da vedere sia dall’esterno che dall’interno. Sono 250 i gradini che compongono l’imponente scalinata che conduce al portone della chiesa. Il Duomo di San Giorgio divide la parte alta di Modica dalla parte bassa. Tutto il centro è ricco di bellezze. Infine, non dimenticare di fare scorta del cioccolato di Modica!

 

tour sicilia orientale

 

RAGUSA IBLA

Ragusa è l’ultima perla del barocco siciliano per ordine di visita, ma non per bellezza. Ne abbiamo visitato il centro storico chiamato Ragusa Ibla. Arrivare la sera e vedere le lucine delle casette illuminate sulla collina è già di per sé uno spettacolo. Ragusa Ibla è raggiungibile solo a piedi, per questo devi lasciare l’auto in uno dei parcheggi alla base e poi addentrarti a piedi fino al Duomo di San Giorgio. Nei saliscendi scoprirai molti punti panoramici. Da vedere a Ragusa Ibla anche i Giardini Iblei, la Cattedrale di San Giovanni Battista e Piazza Pola.

 

vacanze in sicilia consigli
vacanze in sicilia consigli

 

Tappa 4: Caltagirone e la Villa Romana del Casale, 1 notte

CALTAGIRONE

Caltagirone sorge sui colli a 600 mt di altezza, in una zona interna della Sicilia. Simbolo di Caltagirone sono le colorate ceramiche e la Scalinata di Santa Maria del Monte, che collega la parte nuova della città a quella antica. Qui la sera si popola di giovani, anche solo per scambiarsi due chiacchiere. La scalinata, le cui alzate nei gradini sono composte con le tipiche ceramiche, è la maggiore attrazione del luogo. Dedica a Caltagirone mezza giornata, da spendere nel centro tra la cattedrale, i negozietti e il Museo della Ceramica.

 

cosa vedere in sicilia
cosa vedere in sicilia

 

Infine, Caltagirone è la base per visitare la Villa Romana del Casale a Piazza Armerina. Questa villa la consiglio solo agli appassionati di storia. Non rimangono che alcuni resti e diversi mosaici. Senza dubbio una guida è essenziale per apprezzarla al meglio.

 

Tappa 5: Agrigento, 2 notti

VALLE DEI TEMPLI

Le nostre vacanze in Sicilia stanno per giungere alla fine ed Agrigento è la nostra ultima tappa, per visitare la Valle dei Templi, la Scala dei Turchi e la Riserva Naturale di Torre Salsa.

La Valle dei Templi si trova a sud di Agrigento. Dopo un po’ di coda d’obbligo per acquistare i biglietti si entra. Sono otto i templi rimasti, dei quali il Tempio della Concordia e il Tempio di Hera sono i meglio conservati. Consiglio di andarci di primissima mattina o al tramonto, per cogliere i colori dorati che travolgono questo luogo.

 

SCALA DEI TURCHI

Dall’oro al bianco. Alla Scala dei Turchi siamo andati di prima mattina. Questa prominenza rocciosa è di un’incantevole bellezza. Siediti qui, ascolta il vento e rilassati osservando il contrasto tra il bianco candido della roccia e il blu del mare.

 

sicilia orientale spiagge
sicilia orientale spiagge

 

RISERVA NATURALE DI TORRE SALSA

Infine fai un salto alla Riserva Naturale di Torre Salsa. Questo luogo è un vero e proprio angolo di paradiso, con sabbia bianca finissima, silenzio e il suono del mare. E’ il contatto con la natura a farla da padrone e non con le persone perché inaspettatamente c’è davvero poca gente.

Ti potrebbe interessare

Leave a Comment