Home DestinazioniSpagna Visitare Barcellona in 3 giorni: cosa vedere nella città di Gaudì

Visitare Barcellona in 3 giorni: cosa vedere nella città di Gaudì

by Chiara Stinson

Prima volta a Barcellona? Visitare Barcellona in 3 giorni può sembrarti difficile: in questo articolo trovi una guida su cosa vedere a Barcellona giorno per giorno, i migliori ristoranti dove mangiare e tutto quello che non puoi perderti nella bellissima città di Gaudì!

 

Eclettica e moderna, ma anche ricca di storia, Barcellona è da sempre una delle mete preferite per un weekend in città fuori dall’Italia. Visitare Barcellona in 3 giorni può spaventare, tante sono le cose da fare. Ma non disperare: con un po’ di pianificazione e i consigli di chi ci vive diventa semplice. Dunque impossibile annoiarsi in questa città della Spagna perfetta per ogni stagione: d’estate per godersi il mare, d’inverno per un tuffo nella cultura medievale, alla scoperta dei luoghi di Gaudì e non solo. E in ogni momento dell’anno per dare il via ad un tour gastronomico di tapa in tapa.

 

Visitare Barcellona in 3 giorni

Cosa vedere a Barcellona? Se è la tua prima volta nella bellissima città spagnola, segui il mio itinerario giorno per giorno.

Giorno 1: Park Guell, Sagrada Familia, Barrio Gotico

Giorno 2: Casa Battlò, Casa Milà, El Born

Giorno 3: La Boqueria, Palau de la Musica Catalana, la Barceloneta, Parc de La Ciutadella

 

Giorno 1: Park Guell, Sagrada Familia, Barrio Gotico

MATTINA

Inauguriamo i tre giorni a Barcellona e ci carichiamo con la colazione dell’hotel Casa Gracia. Si inizia con un grande classico: la visita a Park Guell. Questo parco nato dall’estro di Gaudì su commissione dell’imprenditore Eusebi Guell è una delle attrazioni più visitate per le sue surreali architetture, i giardini e la fantastica vista della città fino al mare.

Park Guell si trova fuori dal centro. Da Gracia si raggiunge comodamente a piedi. Sicuramente leggerai che c’è da affrontare una ripida salita, ma niente paura, è solo qualche metro. E poi camminare a Barcellona è piacevole anche d’inverno per via del clima mai troppo freddo. Park Guell si divide in due parti: una gratuita ed una a pagamento. Evita le code e acquista l’ingresso online già dall’Italia: ti basterà scegliere il giorno e l’orario.

PARK GUELL

Costo: € 7,50 oppure € 8,50 in biglietteria

Biglietto: acquistalo online qui oppure in loco in biglietteria

 

barcellona park guell
barcellona park guell

 

Terminata la visita mattutina a Park Guell, dirigiti verso la Sagrada Familia, chiesa simbolo della città e impossibile da non includere nella tua lista di cosa visitare a Barcellona in 3 giorni. Puoi rilassarti nel piazzale antistante sempre gremito di gente oppure visitarla all’interno. La visita alla Sagrada Familia dura un’ora.

 

barcellona in 3 giorni
barcellona in 3 giorni

 

POMERIGGIO

La fame inizia a farsi sentire: in Carrer Dels Tallers nel Raval, una via caratteristica e piena di locali dove mangiare, c’è Flax & Kale, ristorante vegetariano ma davvero buono e dall’atmosfera casual chic.

Il pomeriggio dedicalo al Barrio Gotico. E’ il cuore antico della città, nonché uno dei quartieri più belli. In questo labirinto di strette viette tutte da girare a piedi, tra piccoli locali, negozi vintage ci sono gli edifici un tempo protagonisti della Barcellona romana e medievale. E non sarai solo: gli artisti di strada incantano i visitatori con allegre sonate, giganti bolle di sapone e giocolerie di ogni genere. Non perderti Placa del Rey, in una posizione un po’ nascosta accanto alla Cattedrale.

COSA VEDERE NEL BARRIO GOTICO

  • Cattedrale di Santa Cruz
  • Placa del Rey, dove si affacciano il Palau Reial ed il Palau del Lloctine
  • Il luogo più instagrammato nel Barrio Gotico: Pont del Bisbe in Carrer del Bisbe
  • Museu d’Historia di Barcelona – MUHBA
  • Palau de la Generalitat, sede del Parlamento della Catalunya
  • Basilica di Santa Maria del Pi, con il rosone più grande di tutta la Catalunya

 

 

Giorno 2: Casa Battlò, Casa Milà, El Born

MATTINA

Inizia con la colazione da Brunch&Cake, dove ti aspettano deliziosi pancake e salutari centrifughe prima della visita a Casa Battlò.

Anche qui è necessario acquistare i biglietti in anticipo per evitare la coda. Casa Battlò è la creazione più originale di Antony Gaudì. Con le sue curve e i dettagli stravaganti, visitare questo edificio è senza dubbio tra le cose più belle da fare per visitare Barcellona in 3 giorni. Ogni stanza nasconde una storia e le scoprirai grazie all’audioguida. E alla fine, un bellissimo terrazzo panoramico.

CASA BATTLO’

Costo: € 29,50 oppure € 33,50 in biglietteria

Biglietto: acquistalo online qui oppure in loco in biglietteria

 

 

Una cosa ormai ti sarà chiara: visitare Barcellona significare fare una full immersion nella vita di Gaudì. In alternativa o in aggiunta a Casa Battlò puoi visitare Casa Milà, detta La Pedrera, altra opera dell’architetto modernista. Culmine della visita è la salita nel terrazzo dell’edificio, dove ammirare gli originali comignoli, i condotti di ventilazione dalle linee stravaganti e le bizzarre uscite dalle scale.

CASA MILA’

Costo: € 22,00

Biglietto: acquistalo online qui oppure in loco in biglietteria

 

visitare barcellona in economia

 

POMERIGGIO

Dedica la seconda parte della giornata al Born, uno dei tre quartieri della Ciudad Vella insieme al Raval e al Barrio Gotico. Il Born è l’animo giovane e trendy di Barcellona: qui gli edifici medievali si alternano a negozi delle ultime tendenze ed eclettiche gallerie d’arte. Entra nella Cattedrale di Santa Maria del Mar. Resta nel Born anche per un aperitivo con le tapas, per esempio da Bastaix. Se preferisci una cena a base di pesce, quello più fresco lo trovi alla pescheria con cucina La Paradeta.

 

Giorno 3: La Boqueria, Palau de la Musica Catalana, Parc de la Ciutadella, la Barceloneta

MATTINA

Visita il mercato per eccellenza di Barcellona, La Boqueria. Popolato da una moltitudine di chioschetti, è davvero possibile trovare cibo di ogni varietà: frutta e verdura, pesce, lo jamon iberico, coloratissimi succhi, tapas e tantissimo altro! Un tripudio di colori e odori per un’atmosfera davvero scenografica.

 

cosa vedere a barcellona
barcellona in 2 giorni

 

Appena fuori da La Boqueria, cogli l’occasione per goderti un po’ del folklore della Rambla tra artisti di strada, mimi e cartomanti. L’affollatissima via che conduce fino al mare, divide due quartieri della città vecchia – il Raval e il Barrio Gotico. E’ anche celebre per i ristoranti trappola per i turisti: se ti trovi qui ed hai fame uno dei pochi luoghi autentici per mangiare è, appunto, La Boqueria.

Ritorna al Born per una delle meraviglie del modernismo di Barcellona: il Palau de la Musica Catalana, splendida sala da concerti e Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. L’effetto wow è garantito! L’unico modo per visitarlo è attraverso una visita guidata, disponibile anche in italiano e da prenotare. In alternativa puoi assistere ad un concerto serale.

PALAU DE LA MUSICA CATALANA

Costo: € 20,00

Durata della visita: 55 minuti

Biglietto: acquistalo online qui oppure in loco in biglietteria

 

barcellona cosa vedere

 

POMERIGGIO

E’ ora di un po’ di relax! Passeggia sul lungomare della Barceloneta, la spiaggia della città, e fermati per un drink. Proseguendo arrivi al Parc de la Ciudadella, il polmone verde di Barcellona. Questo luogo è tanto amato da turisti quanto dagli abitanti di Barcellona, che vengono qui trascorrere del tempo a contatto con la natura, fare jogging, fare un pic nic.

 

barcellona mare

 

Ti potrebbe interessare

1 comment

Alessio Maggio 7, 2020 - 10:58 am

Barcellona in tre giorni è intensa e si può fare! 🙂 Per chi la visiterà in futuro e vuole andare di tapas in Gracia c’è il Bar Raspall che è frequentato anche da tante persone del posto ed è meno turistico

Reply

Leave a Comment