Home Italia San Gimignano e dintorni: itinerario di 3 giorni in Toscana

San Gimignano e dintorni: itinerario di 3 giorni in Toscana

by Chiara Stinson

Cosa vedere a San Gimignano e dintorni, Volterra e Siena. In questo articolo ti racconto il mio itinerario in Toscana di 3 giorni tra borghi, verdi colli, buon mangiare e città medievali.

Se ti affacci dall’alto delle torri medievali vedi i tetti e le stradine strette dei piccoli borghi, sullo sfondo colli verdi a non finire disperdersi con l’azzurro del cielo. Neanche a dirlo, la Toscana è tra le mie regioni d’Italia preferite. E’ perfetta per una viaggio on the road di pochi giorni in cui staccare dalla frenesia della vita quotidiana. Per queste vacanze invernali ho scelto la zona di San Gimignano e dintorni, che consiglio comunque in ogni stagione dell’anno.

 

San Gimignano e dintorni: itinerario di 3 giorni in Toscana

Giorno 1: Volterra e San Gimignano

Giorno 2: Abbazia di San Galgano, Chiusdino e Siena

Giorno 3: Siena

Altre cose da vedere a San Gimignano e dintorni

 

Giorno 1: Volterra e San Gimignano

Il nostro itinerario in Toscana inizia a Volterra, l’affascinante borgo medievale reso celebre dalla saga di Twilight, dove la località è citata come patria dei vampiri, i Volturi. Volterra si sviluppa all’interno delle mura di origini etrusche: sono sei le porte di accesso al borgo, di cui Porta all’Arco è la più antica e ben conservata. Comunque Volterra è piccola e le vedrai tutte, godendoti i panorami dalle mura e l’Anfiteatro Romano.

Volterra e San Gimignano
Anfiteatro romano, Volterra
Volterra e San Gimignano
Volterra

Come in tutti i borghi che ti consiglio in questo itinerario in Toscana, perditi tra le viette costellate di botteghe artigianali, ristoranti e negozietti. Da vedere a Volterra c’è Piazza dei Priori, la piazza principale, sulla quale si affaccia il Palazzo dei Priori, che detiene il primato di municipio più vecchio della Toscana. Non perderti il bellissimo panorama dall’alto del campanile di Palazzo dei Priori! Infine, a Volterra puoi vedere il Duomo e il Battistero.

PALAZZO DEI PRIORI

Orari: da Marzo a Ottobre 10.30 – 17.30; da Novembre a Febbraio 10.00 – 16.30

Costo: intero € 5,00; ridotto € 3,00       

Volterra cosa vedere
Vista dal Palazzo dei priori, Volterra

Volterra è piccola, ma con molteplici attrattive. Se hai un giorno intero, con la Volterra Card al costo di € 16,00 puoi visitare tutti i siti culturali: oltre a Palazzo dei Priori, anche il Museo Etrusco, l’Acropoli Etrusca e altri.

Volterra e San Gimignano
Vista dal Palazzo dei priori, Volterra
Volterra e San Gimignano
Vista dal Palazzo dei priori, Volterra
Volterra cosa vedere
Volterra
Volterra cosa vedere
Volterra

Dopo Volterra ci siamo dirette a San Gimignano, distanti appena 30 minuti d’auto. San Gimignano è senza dubbio uno dei borghi più belli, da inserire in un itinerario in Toscana. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1990, San Gimignano è anche detta la Città delle Torri – in passato 72, una per ogni famiglia benestante dei dintorni, oggi solo 14 quelle rimaste ad abbellire il profilo medievale della città. L’atmosfera è magica di giorno e di sera, quando la calma prende il sopravvento e la città si illumina. Sicuramente ti fermerai a mangiare, e quindi non puoi mancare di degustare prodotti locali come lo zafferrano e il vino Vernaccia di San Gimignano.

Cosa vedere a San Gimignano? La Piazza del Duomo su cui si affacciano i palazzi più importanti, la Cappella di Santa Fina con gli affreschi del Ghirlandaio e la magica Piazza della Cisterna. Infine, un giro sulle mura fino alla Rocca di Montestaffoli, per ammirare il panorama e fare un aperitivo con vista.

San Gimignano cosa vedere
San Gimignano
San Gimignano cosa vedere
San Gimignano

DOVE DORMIRE

  • Fattoria Voltrona, San Gimignano
  • Casale Gregoriano, San Gimignano

DOVE MANGIARE

  • Cum Quibus, San Gimignano. Un signore mi disse: “da Cum Quibus non si mangia, si degusta”. In effetti è proprio così: una cucina ricercata a moderna, con sapori che sono entusiasmo per il palato. E’ un ristorante da 1 stella Michelin. Da provare il menu degustazione con 5 portate.
  • Perucà, San Gimignano. Questo ristorante tra le viette di San Gimignano offre una cucina tipica – tagliatelle al ragù di selvaggina, fiorentina -, ma curata e sofisticata, in un ambiente altrettanto curato.
  • Don Beta, Volterra. Bel ristorantino al centro di Volterra con menù ampio e per tutte le tasche. Pici come Dio comanda.
San Gimignano ristoranti
Ristorante Perucà
San Gimignano ristoranti
Ristorante Perucà

 

Giorno 2: Abbazia di San Galgano, Chiusdino, Siena

Il secondo giorno ci siamo messe in auto fino all’Abbazia di San Galgano, una tappa fin da subito inserita nell’itinerario in Toscana e sulla quale nutrivo molta curiosità. Si trova a Chiusdino e dista 45 minuti in auto da San Gimignano, Volterra e Siena. Nonostante il tragitto lungo, è una delle cose più caratteristiche da vedere a San Gimignano e dintorni.

L’Abbazia di San Galgano è un’abbazia cistercense che risale al 1200: è un luogo molto suggestivo e la trovi senza tetto. A piedi, la visita prosegue verso l’Eremo di Montesiepi, al di sopra di una collinetta. Qui è dove San Galgano si ritirò nell’ultimo anno di vita, ma è soprattutto nota perché c’è la Spada nella Roccia .

ABBAZIA DI SAN GALGANO E EREMO DI MONTESIEPI

Orari: tutti i giorni dalle 9.00

Costo:  € 3,00

Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano
Abbazia di San Galgano
Eremo di Montesiepi
Vista dall’Eremo di Montesiepi
Eremo di Montesiepi
Eremo di Montesiepi
Eremo di Montesiepi
La Spada nella Roccia

Abbiamo proseguito a Chiusdino, un piccolo borgo nei dintorni di San Gimignano e dell’Abbazia di San Galgano. Dalla terrazza del borgo il panorama è dei più belli. Stradine strette in muratura, piccole chiesette, silenzio e solo gli anziani del paese: sembra di essere davvero catapultati in un altro mondo! Inoltre, a Chiusdino si trova il mulino della Mulino Bianco, oggi Mulino delle Pile. Questa attrazione è un agriturismo dove si può pranzare e dormire, ma non è altrimenti visitabile.

San Gimignano e dintorni
Chiusdino
San Gimignano e dintorni
Chiusdino
cosa vedere a San Gimignano
Chiusdino
cosa vedere a San Gimignano
Chiusdino

Dopo il pranzo al ristorante La Grotta di Tiburzi, all’interno di una grotta, ci siamo rimesse in macchina verso Siena. Ci siamo godute Siena di sera, illuminata com’è dalle luci e in tutta la sua vivacità di città universitaria. Piazza del Campo si riempie di giovani e nei locali tutt’intorno si prendere l’aperitivo ammirando i palazzi.

DOVE MANGIARE

  • La Grotta di Tiburzi, Chiusdino. Ristorante suggestivo, casereccio e famigliare all’interno di una grotta rustica. L’ambiente è curato con libri, oggetti e chincaglierie che ricordano una casa d’altri tempi. Cucina toscana al 100%.
San Gimignano ristoranti
La Grotta di Tiburzi, Chiusdino

 

Giorno 3: Siena

Il terzo giorno è stato interamente a Siena, città medievale per eccellenza ed anche la più bella nei dintorni di San Gimignano.

Ovviamente non basta un giorno per vedere Siena, ma questa città sa svelare la sua bellezza fin da subito. Si inizia da Piazza del Campo, vero simbolo di Siena e celebre per il Palio. La sua forma a conchiglia la divide in 9, dove ogni sezione rappresenta uno dei regnanti durante il Governo dei Nove. Su Piazza del Campo si affacciano il Palazzo Pubblico, sede del Museo Civico e la Torre del Mangia, alta 102 m e sulla quale è possibile salire.

San Gimignano Siena
Siena
San Gimignano Siena
Siena

L’altra cosa da vedere a Siena è il Duomo, capolavoro dell’architettura gotica italiana. La sua costruzione è iniziata nel 1200 e si è protratta a lungo, interrotta anche dall’epidemia di peste del 1349. Il Duomo di Siena ha ricevuto contributo illustri: quello Giovanni Pisano, innovatore dell’architettura del 1300 quanto Giotto della pittura, di Duccio di Buoninsegna e di Michelangelo, del quale vediamo nell’altare alcune stature dell’età giovanile. L’interno lascia a bocca aperta, da non perdere la Libreria dei Piccolomini con bellissimi affreschi.

Per visitare il Duomo di Siena ci sono diversi percorsi e biglietti disponibili. Ti consiglio di non perdere la vista dal Facciatone del Duomo.

Siena cosa vedere
Vista dal Facciatone del Duomo, Siena
Siena cosa vedere
Vista dal Facciatone del Duomo, Siena

DUOMO DI SIENA

Cosa comprende: Duomo, Battistero, Museo dell’Opera, Panorama del Facciatone

Costo: €13.00 / € 15,00 in alta stagione; € 8,00 bassa stagione. € 20,00 il biglietto comprensivo della Porta del Cielo.

Per acquistare: clicca qui

San Gimignano Siena
Duomo di Siena
San Gimignano Siena
Duomo di Siena
San Gimignano Siena
Duomo di Siena
San Gimignano Siena
Libreria dei Piccolomini, Duomo di Siena

DOVE PARCHEGGIARE

Siena ha la più grande ZTL d’Europa. Organizzarsi con il parcheggio è essenziale: se hai l’hotel in centro chiedi informazioni su parcheggi convenzionati, alcuni dei quali ti accompagnano direttamente al tuo hotel. Al di fuori delle mura ci sono molti parcheggi a pagamento, al costo medio di € 25,00 al giorno.

DOVE DORMIRE

  • B&B Al Mercato, Siena. Giusto dietro Piazza del Campo.

DOVE MANGIARE

  • Enoteca I Terzi
  • Taverna di San Giuseppe
  • Boccon del Prete
San Gimignano ristoranti
Enoteca I Terzi, Siena
San Gimignano ristoranti
Enoteca I Terzi, Siena

 

Altre cose da vedere a San Gimignano e dintorni

CANTINA ANTINORI. Se vuoi visitare una cantina in Toscana, Marchesi Antinori è un’eccellenza nel Chianti. Dal 1385 attraverso 26 generazioni, la famiglia Antinori produce il vino in questa cantina, oggi cantina di design tra le più belle d’Italia e in grado di raccontare il passato e proiettarsi nel futuro. La degustazione è prevista nella visita, da prenotare. C’è anche un ristorante con vista sui vigneti.

MONTERIGGIONI. Il Castello di Monteriggioni è l’attrattiva principale di questo borgo medievale, citato tra i borghi più belli d’italia. Monteriggioni si trova nei dintorni di San Gimignano e a 30 minuti d’auto da Siena verso nord.

CERTALDO. E’ il paese del Boccaccio, dove puoi visitarne la Casa Museo. In questo piccolo borgo tutti gli anni d’estate si svolge Mercantia, il coloratissimo festival degli artisti di strada. Ci sono stata ed è veramente divertente, oltre che in una cornice magica. In tutti gli altri periodi, è sempre bello aggirarsi tra le stradine e ammirare il panorama.

I BORGHI DEL CHIANTI. Tutti incantevoli e con un’atmosfera d’altri tempi, da Greve in Chianti a Radda in Chianti e Gaiole in Chianti, solo per citarne alcuni. Tra filari, paesaggi verdi, casette storiche e piazze, per scoprire la magia della Toscana e del buon cibo.

Leave a Comment